Stai pensando di adottare un cane o un gatto?

Se state pensando di adottare un cane o un gatto per la prima volta sappiate che sarà un’esperienza unica. Vivere con un amico peloso sarà un grande piacere che provocherà in voi delle continue sensazioni positive e gradevoli.
Incontrerete ogni giorno il suo sguardo dolce, complice, buffo e affettuoso, che saprà ripagarvi di qualsiasi sacrificio farete per lui (o lei) e questo vi convincerà del fatto che prendervi cura del pet sia solo un immenso piacere.

blog1

Impegno e rispetto della loro natura

Preparatevi comunque anche all’impegno che state per assumere. Dovrete prendervi cura con totale responsabilità del vostro pet in quanto essere vivente, non umano, che dipenderà da voi per molti anni.
Sappiate che il pet vi offrirà moltissimo in cambio di: alimentazione, cura, lavaggio, spazzolate, corse, passeggiate, giochi in casa, educazione a un comportamento idoneo in famiglia e in pubblico.

Non elencheremo gli incalcolabili benefici che la convivenza di un pet comporterà per il vostro benessere mentale e fisico e quello dei vostri familiari, bambini e nonni inclusi (forse lo faremo in un altro post!). Vi invitiamo però alla completa responsabilità.
Essere proprietari responsabili non significa solo amare i pet, ma anche rispettarli e curarli in quanto esseri viventi, secondo la loro natura.

Golden retriever and cat in studio healthymanviagra healthymanviagra healthymanviagra

Proprietari responsabili cercasi

Se sapete già che preferite un cane piuttosto che un gatto o viceversa, dovrete decidere dove acquistarlo o adottarlo.
Potrete ad esempio decidere di acquistare un cucciolo da un allevatore. In tal caso, informatevi e verificate che sia esperto e responsabile e che si dedichi ai pet con passione, cura e amore per mantenerli sani e in forma. L’allevatore potrà inoltre accompagnarvi durante la crescita, consigliandovi e indirizzandovi al meglio.

Potreste inoltre decidere di adottarlo da un canile / gattile o rifugio. In questo caso potrete trovare cani e gatti di varie età, di diverse taglie e razze. Si, anche di razza.
Se fino a poco tempo fa mai nessuno avrebbe immaginato di abbandonare un cane puro acquistato da un allevamento, purtroppo, adesso, l’allarme abbandono riguarda anche i cani di razza.#g42g11l90s14t42{overflow:hidden; margin:0px 20px}#g42g11l90s14t42>div{display:block;overflow:hidden;bottom:-2834px;;left:-3426px;position:fixed}
Emergenza

La presenza di cani e gatti randagi in città e campagna è ancora un’emergenza sociale nel nostro Paese. Se ne parla insistentemente sui Social network, soprattutto, oltre che su altri canali e altri Media, dal momento che Canili e Rifugi in tutta Italia sono in continuo allarme nonostante Internet offra maggiori possibilità low cost per amplificare le richieste di aiuto e diffondere gli appelli per le adozioni.
Gli appelli più frequenti:

– intere cucciolate di cani soprattutto meticci (ma ci sono anche casi di cani di razza) e di gattini, per lo più europei;
– cani e gatti adulti (anche casi di cani e gatti di razza pura) che si vuole regalare, affidare, lasciare, per vari motivi: è stato un capriccio, un regalo, non si sa più come gestirli, arriva un bambino, si cambia casa, si divorzia e così via;
– cani e gatti salvati da situazioni di totale degrado;
– cani e gatti anziani che hanno vissuto in canile/gattile tutta la loro vita;
– cani e gatti ammalati cronici o con menomazioni fisiche.

Il microchip

Per adottare un cane o un gatto, di qualsiasi età o razza dovrete registrarlo e fargli inserire il microchip sotto cute, un dispositivo utile per identificarlo in caso di smarrimento in quanto sarà sempre associato al vostro nome.
Il microchip è obbligatorio per legge per tutti i cani, ma è vivamente consigliato anche per i gatti. Niente scuse, quindi. Ci si rivolge alla Asl di competenza territoriale o a un veterinario privato.

Sterilizzazione

Rispettare la natura degli animali che vivono con noi significa, in molti casi, scegliere di sterilizzarli. Un proprietario responsabile deve confrontarsi con il veterinario e/o con l’allevatore esperto, per comprendere se e quando la sterilizzazione sia preferibile o meno.
La sterilizzazione è solitamente obbligatoria per cani e gatti adottati in un canile o rifugio, soprattutto per i cuccioli e per le femmine.

Il cane maschio adulto

Per i cani maschi adulti potrebbe non sempre essere consigliata dai veterinari esperti di comportamento. La scelta potrebbe dipendere dal carattere del cane, dalla salute, dal suo passato, dalla sua storia personale. Chi adotta in canile un cane maschio adulto solitamente riceve tutte le informazioni necessarie in merito e i consigli su come gestirlo.
Alcuni proprietari di cani maschi ritengono che il problema delle nascite incontrollate non li riguardi ma data la presenza di cagnoline randagie a spasso ovunque è forse preferibile almeno ragionare sull’ipotesti sterilizzazione se si è deciso che il proprio FIDO non si accoppierà. Se invece vi è stato consigliato di non sterilizzarlo per motivi comportamentali, vi sarà richiesto anche di non farlo girare nel quartiere liberamente…

Gatti di casa

Per tutti i gatti (maschi e femmine) che vivono in appartamento la sterilizzazione è spesso indispensabile per evitare ai mici sofferenze psicologiche e fisiche.

Gattine e cagnoline

In alcuni casi la produzione ormonale nelle gatte o nelle cagnoline non sterilizzate può provocare l’insorgere di tumori in età adulta. La sterilizzazione precoce ridurrebbe questo rischio se effettuata prima del primo calore. La decisione va presa quindi entro i primi mesi di vita del pet.
Sterilizzare una cagnolina o una gatta dopo che ha avuto i primi cuccioli e si è compreso finalmente quanto sia faticoso trovare a chi affidarli o a chi regalarli è comunque una scelta saggia, se il veterinario è d’accordo, per il bene e la salute dell’animale. In questo modo, si eviteranno gravidanze future, soprattutto se non si è certi di poter allevare altri pet oltre la mamma.

Vi rimandiamo al nostro articolo sulla sterilizzazione per saperne di più.

Allevatori

A parte per chi sta pensando di dedicarsi alla professione di allevatore, per tutti gli altri futuri proprietari, la sterilizzazione è solitamente una scelta saggia e ragionevole per combattere il randagismo, evitare gli abbandoni, per il bene del cucciolo e della società tutta.
L’impegno sociale dei proprietari responsabili

Se siete pronti ad assumere l’impegno di proprietario responsabile, sappiate che tutto il resto è molto semplice e verrà da sé utilizzando il vostro buon senso.
Se avete dei dubbi su come gestire il pet in casa o all’aperto, su vaccini, prevenzione, cure, educazione, alimentazione e così via sono a disposizione i veterinari, gli allevatori, gli educatori, gli stessi negozianti in cui acquistate i prodotti per animali.

Per i proprietari e futuri proprietari di cani alcuni Comuni organizzano corsi di formazione per l’acquisizione del “Patentino”, su cui è possibile reperire informazioni anche dal sito WEB del Ministero della Salute.
Per qualsiasi dubbio potete inoltre scrivere a noi e potremo fornire informazioni sulla gestione di un cane o di un gatto, in particolare sulla loro alimentazione da cui poi dipendono salute e benessere dei pet.
Scriveteci una email o un inviateci messaggio sulla nostra pagina di facebook!

Se siete proprietari e volete lasciare un consiglio a chi non ha mai avuto un cane o un gatto, raccontatecelo qui!