Amici nella vita...


e amici nel lavoro

Il cane a servizio della collettività

Da migliaia di anni il cane è il miglior amico dell’uomo. Titolo che si è giustamente guadagnato grazie alla sua fedeltà.
Prima di diventare parte della famiglia umana e “cane da compagnia” Fido ha svolto per l’uomo veri e propri mestieri che, ancora adesso, sono richiesti: si pensi alla guida del gregge o alla guardia della casa.

Sebbene oggi svolga compiti differenti rispetto al passato il cane continua ad essere molto utile all’uomo e, nella maggior parte dei casi, la sua presenza e la sua collaborazione sono preziose se non indispensabili.

Working Dogs

In generale definiamo da compagnia i cani di qualsiasi razza, taglia, età e genere, che non sono impiegati in alcun lavoro o mestiere. Ciò significa che il loro compito è tenere compagnia all’uomo, senza svolgere alcuna attività che richieda specifiche competenze.

Forse però non tutti sanno che, persino i cani di piccola taglia quelli che oggi sono considerati da compagnia per eccellenza, hanno svolto in passato compiti importanti. Nell’antica Roma i cani da grembo erano utilizzati dai cittadini più ricchi per riscaldarsi.
Molti cani di piccola taglia erano esperti cani da pastore, guida di greggi e mandrie ed addetti alla loro guardia. (Avete letto il nostro post sui Corgi?)

Sebbene siano perfetti come cani da compagnia e particolarmente adatti alle famiglie con bambini per il loro carattere socievole, Labrador e Golden Retriever, così come numerosi altri cani di varie taglie e razze, svolgono ogni giorno importanti attività che riguardano ad esempio la sicurezza, la protezione e il miglioramento della qualità della vita dell’uomo stesso: si pensi ai cani poliziotto o ai cani guida per ciechi, giustamente definiti “gli occhi di chi vive al buio”.

cane_guida

I cani utili alla collettività possono svolgere il loro compito per un singolo soggetto, come i cani guida per non vedenti, per non udenti, per gli affetti da epilessia, oppure lavorare in coppia assieme al conduttore umano, come i cani di polizia, della protezione civile, per il soccorso.

Non è di razza

Non è necessario che i cani lavoratori appartengono a una razze specifica e non è indispensabile che abbiano un pedigree per essere scelti: numerosi cani assunti dalle forze dell’ordine come validi “agenti” sono meticci e, in alcuni casi, ex trovatelli adottati in canile o recuperati nel corso di operazioni contro il traffico di cuccioli.
Nelle unità di soccorso possono operare cani di diversa razza tra cui Pastore tedesco, Labrador e Golden Retriever. Per particolari situazioni, come le ricerche in caso di valanghe o il salvataggio in acqua, vengono impiegati anche cani di grossa stazza, come i San Bernardo o i Terranova. Ma anche in questi casi non è la razza che conta. È fondamentale la relazione con il conduttore umano.
Sono indispensabili complicità e confidenza reciproca, in particolare nelle situazioni più difficili, quando si lotta contro il tempo per il salvataggio di una vita umana o per il ritrovamento di un corpo sotto le macerie, cane e conduttore devono formare un tutt’uno.

Educazione e addestramento

Per educare i cani poliziotto esiste un organo preposto al loro reclutamento e al loro addestramento; possono far parte di sezioni diverse: anti-droga, anti-esplosivi, ricerca di persone, ricerca di denaro contante, mansioni di polizia.

Immagine presa dalla bellissima galleria del sito della Polizia di Stato.

Immagine presa dalla bellissima galleria del sito della Polizia di Stato

Le Organizzazioni che necessitano la complicità dei cani sono molteplici: la Croce Rossa o la Protezione civile (corpo volontari), ad esempio, che addestrano cani abili nel soccorso di persone in difficoltà o in pericolo di vita, ad esempio in caso di valanghe, terremoti, salvataggio in acqua.

La pet therapy

Sempre più spesso i cani (e altri pet) sono impiegati nella pet therapy, vengono cioè educati ad aiutare sistematicamente più persone con malattie o disabilità o semplicemente ad offrire affetto e conforto ai degenti ricoverate presso ospedali, case di riposo, case di cura, istituti psichiatrici.

Il cane è utile a tutti

Sappiate comunque che anche il vostro cane da compagnia, anche il più pigro, contribuisce al benessere del corpo e dell’anima e a stabilire una corretta relazione con gli altri. Queste sono le conclusioni a cui sono giunti vari studiosi ed esperti di Zooantropologia, analizzando la presenza di un animale da compagnia nelle case di vari pet owner.

In particolare per i bambini l’interazione con i pet stimola le emozioni e favorisce la concentrazione, l’attenzione, l’intelligenza, il senso di responsabilità e il rispetto.
In generale un bambino che cresce con un pet in famiglia riceve numerosi stimoli positivi e rassicurazioni che, secondo numerosi psicoterapeuti, solo il rapporto con i pet è in grado di dare.

Per gli adulti vivere con un animale da compagnia fa sentire meglio: i pet-owner hanno maggiore autostima, sono più in forma, tendono ad essere meno soli, sono più coscienziosi e più estroversi; sono meno timorosi e meno preoccupati per il futuro rispetto ai non-proprietari.

pet_therapy_anziani

Per gli anziani, infine, vivere con un pet porta benefici sia in termini psicologici che fisici: occuparsi di un animale aiuta a combattere la solitudine e a sentirsi ancora indispensabili per gli altri.

Volete raccontarci quanto il vostro cane sia utile al vostro benessere?