L'indipendenza del


gatto

L’indipendenza dei gatti spiegata dalla scienza

Questa suona molto come “la scoperta dell’acqua calda”. Chi ha un gatto per casa, e lo conosce molto bene, può certamente affermare la stessa cosa pur non avendo conseguito una laurea scientifica.

Eppure, gli scienziati della School of Life Sciences hanno condotto una ricerca per dimostrare se effettivamente i gatti fossero più indipendenti dei cani. La risposta è stata affermativa. E la cosa non ci stupisce. Quello che, eventualmente, può stupire è il modus operandi dell’esperimento e le considerazioni finali che sono state formulate a riguardo.

Gli scienziati hanno osservato che il gatto domestico non soffriva degli stessi livelli di stress elevati se lasciato solo in situazioni pericolose o sconosciute. Pur miagolando più degli altri non registrava atteggiamenti negativi causati dall’assenza del proprio padrone.

Questo comportamento è dovuto al fatto che il gatto non vede, nel padrone, un punto di riferimento di sicurezza e, quindi, non avverte verso di lui un attaccamento forte e di dipendenza.

Ciò non significa che i nostri mici non ci vogliano bene, anzi. Semplicemente per loro possiamo essere degli amici piuttosto che padroni. Non male come rapporto.

(fonte: Wired.it)